Questo sito contribuisce alla audience di

Ago 02 2016

Paella valenciana: ecco la ricetta più buona

Pubblicato alle 12:42 in PIATTI UNICI

Se vuoi preparare una vera paella spagnola tra i fornelli della tua cucina, segui questa semplice ricetta e lascerai a bocca aperta i tuoi ospiti

paella

Allacciatevi il grembiule, si parte per un viaggio nella cucina spagnola. La protagonista non poteva che essere la paella, uno dei piatti più buoni e famosi della gastronomia iberica.

Rinomata in tutto il mondo per il suo gusto ricco, la paella deve il nome alla larga padella di ferro con la quale viene preparata da secoli. È originaria di Valencia e ne esistono molte diverse varietà. Quello che però non può proprio mancare in una paella che si rispetti sono il riso, lo zafferano, la carne o i frutti di mare, molto spesso anche insieme.

Preparare la paella a casa non è difficile, ma ci vogliono tempo e pazienza. Se volete provare anche voi a stupire i vostri ospiti con una paella squisita e colorata, seguite passo dopo passo la ricetta che trovate qui di seguito.

Gli ingredienti necessari per una paella valenciana mista da 8 porzioni sono:

400 g di riso
500 g di gamberi
1 kg di cozze
1/2 pollo
500 g di calamari puliti
8 scampi
100 g di salame piccante
300 g di lonza di maiale
2 peperoni
5 pomodori
200 g di pisellini sgusciati
1 cipolla
3 spicchi di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 foglia di alloro
2 bustine di zafferano
olio di oliva
1 l di brodo di pesce o vegetale
sale e pepe

Lasciate a bagno le cozze per 2-3 ore in acqua fredda salata, cambiandola un paio di volte; poi raschiatele con cura sotto l’acqua corrente e privatele delle barbe. Fatele quindi aprire a fuoco vivace con il prezzemolo e uno spicchio di aglio, scolatele, conservando il fondo di cottura, e sgusciatele.

Fate abbrustolire i peperoni in forno, lasciateli intiepidire in un sacchetto di carta, poi spellateli e tagliateli a falde.

Tagliate ad anelli le sacche dei calamari e sgusciate anche i gamberi, facendo attenzione a togliere anche il budellino nero lungo il dorso.

Sbollentare poi per un minuto i pomodori, privateli della buccia e dei semi e tritatene la polpa.

Rosolate il pollo a pezzi in una padella antiaderente facendolo dorare bene e, a parte, rosolate anche la lonza a pezzetti in una padella con 4 cucchiai d’olio.

Tritate la cipolla con uno spicchio di aglio, rosolatela in 4 cucchiai d’olio, unite i calamari e cuoceteli per 30 minuti, aggiungendo poca acqua quando necessario.

Unite la lonza, il salame a fette, il pollo e dopo poco i pisellini, i pomodori, l’alloro e il fondo di cottura delle cozze filtrato, salare e proseguire la cottura per 15 minuti; bagnare con il brodo caldo, in cui sarà stato sciolto lo zafferano, e far bollire.

Unite il riso e i peperoni e cuocete senza mescolare, per 15 minuti. Rosolate l’aglio rimasto, tritato finemente, in 4 cucchiai di olio, unite i gamberi e cuocerli per 3-4 minuti, salateli e metteteli da parte.

Aggiungete un po’ d’olio d’oliva nella stessa padella, fatevi rosolare anche gli scampi per 5-6 minuti e salateli; disponete infine la paella su un piatto da portata, completatela con i gamberi, le cozze, gli scampi e una macinata di pepe e servite.

 



Paella valenciana: ecco la ricetta più buona - No Commenti

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento